Visto H-3

Il visto H-3, è pensato per Trainees ovvero per tirocinanti che vogliono recarsi per un periodo limitato negli Stati Uniti, al fine di fare pratica in un campo di attività diverso da quella medica. Le competenze acquisite dovranno poi essere utilizzate al di fuori degli Stati Uniti. Il visto H3 è di tipo non-immigrante.

Il tirocinante candidato per il visto H-3 deve essere invitato da un datore di lavoro o un'azienda americana, per ricevere formazione in un campo tra cui, ma non limitato a:

  • agricoltura
  • commercio
  • comunicazioni
  • finanza
  • governo
  • trasporti
  • legale

Un datore di lavoro o un'azienda negli Stati Uniti dovrà dimostrare i seguenti requisiti:

  • Il tipo di formazione non è disponibile nel paese di origine del candidato per il visto;
  • Il richiedente non occuperà una posizione in cui sono impiegati normalmente lavoratori dell'azienda;
  • Il candidato non potrà impegnarsi in un'occupazione lavorativa produttiva eccetto che tale lavoro sia considerato incidentale e necessario per la formazione;
  • Il programma di formazione beneficerà il candidato nel perseguire una carriera al di fuori degli Stati Uniti.

Il datore di lavoro, o l'azienda statunitense, dovrà presentare il modulo I-129 (Petition for a Nonimmigrant Worker) da parte del candidato, al Dipartimento d'Immigrazione Americano (USCIS). Inoltre la richiesta deve includere una dichiarazione che includa le seguenti informazioni:

  • Tipo di formazione e supervisione da dare, con la struttura del programma di formazione;
  • Percentuale di tempo che sarà dedicato al lavoro vero e proprio
  • Numero di ore che verranno spese, rispettivamente, in lezioni frontali e pratiche;
  • Descrizione della carriera per la quale il candidato vuole svolgere il tirocinio negli Stati Uniti;
  • Motivi per i quali il candidato non può svolgere il tirocinio nel paese d'origine e deve recarsi negli Stati Uniti;
  • Quantità eventualmente percepita dal tirocinante e riassunto delle prestazioni che riceverà il futuro datore di lavoro.

Saranno rigettate le petizioni senza un planning, obiettivi e/o mezzi di valutazione. Inoltre saranno negate richieste incompatibili con l'attività del datore o a persone che già possiedono una formazione e competenze nel campo. Altri fattori che pregiudicheranno il rilascio di un visto H-3 sono:

  • Le competenze che saranno acquisite, saranno poco utilizzabili al di fuori degli Stati Uniti;
  • Si tratta di un impiego più che di un'attività di formazione;
  • Il visto è richiesto con il pretesto di reclutare personale;
  • Il datore non ha mezzi sufficienti per offrire un tirocinio al candidato;
  • Il visto è richiesto per prolungare il periodo di soggiorno negli Stati Uniti di uno studente.

Il visto H-3 è inoltre pensato per Special Education Exchange Visitors, ossia per programmi di formazione pratica per l'educazione di bambini con disabilità mentali, fisiche o emotive.

La petizione per chiedere un visto H-3 deve essere presentata da una struttura o un programma strutturato, professionalmente preparato per fornire istruzione a bambini con disabilità. Nello stesso modo, la struttura deve presentare il modulo I-129, oltre a includere informazioni come il tipo di formazione che riceverà il candidato, tipo di partecipazione nel programma di formazione, personale professionale facente parte della struttura.

Il candidato deve dimostrare di essere almeno in possesso o essere prossimo all'ottenimento di un diploma di maturità o di una laurea in educazione speciale oppure di avere una formazione completa e d'insegnamento con bambini con disabilità fisiche, mentali o emotive.

Il tirocinante può rimanere negli Stati Uniti per un massimo di 2 anni.

I familiari di un titolare di un visto H-3 (coniuge e i figli non sposati e di età inferiore ai 21 anni) possono ottenere un visto H-4. I famigliari non possono lavorare.

Internet Marketing Experts The information on this website is for general information purposes only. Nothing on this site should be taken as legal advice for any individual case or situation. This information is not intended to create, and receipt or viewing does not constitute, an attorney-client relationship.